Settegiorni: Rocca: “La città metropolitana è il futuro anche dell’hinterland”

By s2b | 21 ottobre 2014 | Rassegna stampa

“Milano città metropolitana”. E’ questo l’augurio di Gianfelice Rocca, presidente Assolombarda, presentando l’evento Social2Business, progetto di giovani imprenditori italiani e spagnoli che vuole rispondere alla crisi con nuovi modelli d’impresa, la cui presentazione è prevista oggi, venerdì 17, nella sede della Regione Lombardia.

Insieme a lui Emiliano Novelli, presidente Gruppo giovani imprenditori, il quale ha sottolineato l’importanza del networking: una vasta rete di aziende locali che condividono progetti e idee. “E’ da questo concetto di contaminazione tra idee innovative – ha detto Rocca – che il lavoro si sta trasformando sempre più in lavoro di team”.

La città di Milano con la sua periferia sta assumendo un ruolo economico vitale che si è voluto paragonare alla città di Barcellona, rappresentata nel progetto da Alex Cruz, presidente di Vueling, compagnia low-cost spagnola, tra le prime d’Europa e partner del progetto Social2Business. La vueling offrirà ai 100 giovani imprenditori un volo di linea Milano-Barcellona, dove si confronteranno per nuove idee di business. Dei molti paralleli tra le due città ha parlato Rocca, sottolineando come a Milano l’export delle industrie ha raggiunto un 25% del totale nazionale, grazie al fatto che nel raggio di 60 chilometri dal capoluogo lombardo sono attive realtà imprenditoriali ben gestite.

Inoltre la posizione strategica dell’aeroporto di Malpensa e le prossime infrastrutture di Expo 2015, secondo Cruz, possono dare un forte sviluppo alla fascia industriale che circonda Milano, aiutando il settore dei trasporti e della mobilità, tema caro ai cittadini quanto alle industrie. Non a caso durante la conferenza si è parlato anche di car e bike sharing, sistema innovativo di trasporto che sta avendo un forte riscontro del pubblico.

Alla domanda “La secessione può aiutare il mercato del lavoro?”. Rocca ha risposto puntando i riflettori sui territori diversi, dove può nascere una creatività territoriale che deve avere come punto d’arrivo Expo e quindi un respiro internazionale. “Milano centro del mondo” non solo uno slogan, ma quello che accadrà nei prossimi mesi.

Il “metodo Zanardi”, ovvero pensare in positivo alle cose che abbiamo piuttosto che fissarci su ciò che ci manca, è il modello proposto da Rocca, che ha sottolineato l’importanza di valorizzare ciò che già abbiamo e farlo funzionare per il meglio. La città metropolitana è il futuro di Milano e del suo hinterlando, Rhodense, Bollatese, Magentino e Alto Milanese compresi.

Tag:, , ,